Endodonzia

L’endondonzia è quella branca dell’odontoiaria che si occupa della terapia dell’endodonto ossia di quella zona all’interno del dente che contiene la polpa dentaria. Si rende necessaria quando una lesione cariosa o traumatica determini un danno irreversibile alla polpa dentaria.

La terapia ortograda si compone di vari passaggi

  • Apertura della camera pulpare
  • Sagomatura e detersione dei canali
  • Sigillatura tridimensionale dello spazio endodontico
  • Controllo radiografico

Il trattamento endodontico salva il dente che altrimenti dovrebbe essere estratto.

Da qualche anno esistono degli strumenti rotanti in nichel-titanio che permettono di velocizzare i tempi operatori poiché sono estremamente flessibili ed efficaci nella sagomatura dei canali e apparecchiature elettroniche per rilevare la lunghezza dei canali.

Detti strumenti sono garanzia di qualità del trattamento e limitano l’utilizzo delle radiografie intraoperatorie.

E’ possibile ritrattare un elemento dentario che è già stato devitalizzato?

Si.  Questa terapia si chiama ritrattamento e permette di risolvere delle lesioni apicali come i granolomi su denti che non sono stati correttamente trattati in precedenza. Il ritrattamento è più complesso della devitalizzazione poichè occorre rimuovere eventuali corone, perni, ricostruzioni ed il vecchio materiale da otturazione canalare per ripulire correttamente l’endodonto.